Xiaomi rilascia il codice sorgente di Android 11 (kernel) di uno dei suoi ultimi smartphone

Rate post

Xiaomi rilascia il codice sorgente di Android 11 (kernel) di uno dei suoi ultimi smartphone. Notizie sui dipendenti Xiaomi

Xiaomi ha appena rilasciato il Codice sorgente basato su Android 11 di uno dei loro ultimi smartphone, ed è un’ottima notizia sapere che oltre al fatto che ogni giorno sembra che portino sul mercato un nuovo smartphone, temono anche che ci sia una «scena» o una comunità dietro a ciascuno il prima possibile.

Grazie a Xiaomi che ha reso disponibile a tutti il ​​codice sorgente del kernel, questo lo renderà aumentare le possibilità di ciò che possiamo fare con il nostro smartphone Xiaomi, perché consentirà l’arrivo di nuove ROM e kernel personalizzati, oltre a diverse modifiche e funzionalità per gli utenti più audaci.

In dettaglio, Xiaomi ha rilasciato pubblicamente il codice sorgente basato su Android 11 del kernel del dispositivo con nome in codice «Haydn» che non è altro che i nuovi Xiaomi Redmi K40 Pro e Redmi K40 Pro +, e che d’ora in poi vedranno come inizierà a ricevere una varietà di ROM e altre modifiche create dalla comunità esclusivamente per loro.

A loro volta, questi Xiaomi Redmi K40 Pro e Redmi K40 Pro + raggiungerebbero sicuramente il mercato globale come POCO F3 Pro, in modo tale che già ci sarà una comunità abbastanza grande con un gran numero di ROM abbastanza stabile, pronto quando questo Xiaomi verrà messo in vendita in tutto l’Occidente e in buona parte dell’Asia.

Xiaomi rilascia il codice sorgente di Android 11 (kernel) di uno dei suoi ultimi smartphone. Notizie sui dipendenti Xiaomi

Design di Redmi K40 Pro e Redmi K40 Pro che Xiaomi lancerà a livello globale come POCO F3 Pro.

Va ricordato che è un lusso che Xiaomi rilasci il codice sorgente del kernel così rapidamente, poiché in altre occasioni ci sono voluti mesi, e in passato quando ne hanno rilasciati alcuni lo hanno fatto molto tempo dopo, anche fino a diversi anni dopo, come ad esempio con lo Xiaomi Redmi Note 2 che qui un server ha dovuto soffrire.